Il GPS abbreviazione di Global Positioning System, è un sistema di posizionamento e navigazione satellitare civile che, attraverso una rete satellitare dedicata di satelliti artificiali in orbita, fornisce ad un terminale mobile o ricevitore GPS informazioni sulle sue coordinate geografiche ed orario, in ogni condizione meteorologica, ovunque sulla Terra o nelle sue immediate vicinanze ove vi sia un contatto privo di ostacoli con almeno quattro satelliti del sistema.

frame_video_GPS

La localizzazione avviene tramite la trasmissione di un segnale radio da parte di ciascun satellite e l’elaborazione dei segnali ricevuti da parte del ricevitore.

Questo strumento, nato intorno agli anni 70 è stato creato e realizzato dal Dipartimento della Difesa statunitense (USDOD) ed originariamente disponeva di 24 satelliti. Il sistema è diventato pienamente operativo nel 1994.
In effetti già nel 1991 gli americani, gli americani, consentirono l’uso di questi satelliti per usi civili, con l’SPS (Standard Positioning System)  con specifiche differenziate da quello riservato all’uso delle forze militari USA denominato PPS (Precision Positioning System).

gps1

Il GPS, verso la fine degli anni 90 è stato utilizzato in più parti del mondo da quasi tutte le forze di polizia governative, per attività investigative. Pertanto, lo strumento non poteva essere utilizzato dall’investigatore privato.

Nel 2009, durante la stesura del tanto attesto testo del D.M. 269 approvato l’anno successivo, dopo una lunga serie di dibattiti e incontri tra funzionari del Ministero dell’Interno e varie associazioni di categoria tra questi la FEDERPOL che è l’associazione che raggruppo il maggior numero di agenzie investigative in Italia e anche all’estero, ha stabilito che l’utilizzo del sistema GPS nelle investigazioni private non era una violazione della Privacy né tanto meno una forma d’intercettazione, ma un’evoluzione dell’azione del pedinamento, tant’è che nel decreto definisce che il “seguire” una persona tramite un rilevatore GPS rientra tra le attività d’investigazione atipiche assimilabili al pedinamento.

Il D.M. 269/2010 definisce l’attività d’indagine in ambito privato come quell’attività volta alla ricerca e all’individuazione d’informazioni richieste dal privato cittadino, anche per la tutela di un diritto in sede giudiziaria, e che possono riguardare, tra l’altro, gli ambiti familiari, matrimoniali, patrimoniali e ricerca di persone scomparse. (art.5 comma 1, lett.aI)
L’ultimo comma dell’articolo ha specificato espressamente e autorizzato le singole attività dell’investigatore privato di osservazione statica (c.d. appostamento) e controllo dinamico (c.d. pedinamento) anche per mezzo di strumenti elettronici e tra questi è logico rientrino i sistemi GPS.